Poesi da Il Ramo di Corallo - Simano Limongelli

Hits: 3043

Simona Limongelli

da Il ramo di corallo

Perso

Sui lidi dell’altrove

Ti contemplo

Amore rarefatto

E poi felice giogo

Di cui non voglio

Disfarmi.

 

Ipotetico

Ramo di corallo

O stridìo di voci

Inutile.

Come devo leggere

Il tuo amore?

  

Dita candide

Presagi di Paradiso

Toccano una rosa

Stanca

Abbandonata

E l’aurora matura

Dopo la notte

Nera.

 

Il mio bacio

È un bocciolo

Non ancora fiorito

Che si perde ogni sera

Tra i meandri

Dell’Eternità.

 

È un pomeriggio d’estate

Ma non ci sono

Bimbi festanti

Sul prato.

È un pomeriggio d’estate

Ma intorno

Solo il pianto

Del tempo

Come nel lungo inverno

E intanto la sera

Si avvicina

Silenziosa

Subdola

Inesorabile.

 

La sacra sapienza

Che prezzo ha avuto?

Ore impassibili

Imbottite

Di letargo,

Ma l’oro dell’età

Fu speso invano:

Non mi arride

Il sacro alloro

E la memoria

È uno scrigno

In una landa desolata.