Un dopocena in Africa di Enrico Bagnato

Visite: 2098

Un dopocena in Africa


Se ci si potesse amare

gli uni gli altri…

Una cena in Ghana ricordo

Si era con amici di colore

Si gustarono esotiche pietanze

e il pane e il vino insieme si divise

Dopo la cena forse s'era un po'

bevuto languirono le chiacchiere

ed improvviso un murmure

come di nenia o cantilena accanto

a me udii Scuoteva il capo

gli occhi bassi semichiusi scuoteva

il capo a  ritmo accompagnando

il bisbiglio al mio fianco un commensale

Era del posto ma aveva fatto studi

da medico in Italia Io tesi l'orecchio

a quello strano murmure "No no no…"

intesi " Voi bianchi i neri disprezzate…

Sempre in ogni caso come a inferiori

un disprezzo verso di noi nutrite

nel profondo del cuore quando pure

amici e non razzisti vi dichiariate… No

no…" il capo scuoteva mormorando

"No!"raggelato esclamai poiché avvertivo

un pungolo d'angoscia e d'aspra febbre

di vergogna e scoramento ardevo

"E' così è proprio così mai noi saremo

uguali benché l'affermiate e Cristo

lo comandi!…" disse con un gemito sordo

Con imbarazzo e pena in mille modi cercai

di persuaderlo mentre in profondo interrogavo il cuore

mentre in profondo interrogavo il cuore…

                                              

                               Enrico Bagnato